Archivio News

La sicurezza informatica su Internet

La sicurezza informatica su Internet

lunedì 7 marzo 2016

La sicurezza informatica su Internet: come tutelarsi

Come avevamo visto a dicembre analizzando le statistiche sull’e-commerce in Italia nel 2015, ci sono segni positivi per lo shopping online, ma si tratta tuttavia di piccoli incrementi, poichè l’e-commerce sembra avere reali difficoltà a prendere davvero il via. Che cos’è che frena gli italiani a usare Internet per fare acquisti e per altre operazioni? Virus, furti d’identità, frodi, problemi reali che colpiscono un europeo su quattro; gli italiani, e non solo loro, non si sentono al sicuro e questo limita gli acquisti online e anche l’uso di servizi che semplificherebbero la nostra vita, come quelli offerti dalle banche online.

 

Safer Internet Day: la giornata per la sicurezza su Internet

Questi problemi, sommati a quelli altrettanto preoccupanti come contenuti illegali, cyberbullismo e immagini inappropriate che possono nuocere ai bambini, sono temi che sono stati discussi il 09 febbraio scorso in occasione del Safer Internet Day ossia la giornata della sicurezza su Internet promossa dall’Unione Europea e da Insafe allo scopo di trovare soluzioni per un uso sicuro del web, in particolare ora che smartphone e tablet occupano una parte sempre più considerevole nella nostra vita e ancora di più in quella dei nostri figli nativi digitali.

 

I consigli di Google per la sicurezza informatica

Anche Google ha dato il suo contributo per promuovere la sicurezza informatica e per attirare l’attenzione su questo tema, fornendo 5 consigli che ci aiutano a tutelarci:

  1. l’uso di password attente e diverse per ogni account;
  2. la verifica in due passaggi, ossia una verifica che oltre a nome utente e password richiede un’ulteriore conferma tramite il telefono personale;
  3. sistemi di localizzazione e blocco smartphone in caso di smarrimento o furto;
  4. utilizzo di pin di accesso ai vari device che possediamo;
  5. SafeSearch il filtro per i contenuti inappropriati come sicurezza per i bambini.

Inoltre Google come mossa concreta per coinvolgere il pubblico sul tema sicurezza su Internet regala 2GB di spazio aggiuntivo su Google Drive, chiedendoci in cambio due minuti per effettuare quei passaggi di verifica richiesti sul nostro account Google per valutare se è correttamente protetto.

 

Certificati SSL

E le aziende e tutti coloro che svolgono un’attività su Internet in che modo possono aiutare a promuovere e garantire la sicurezza informatica degli utenti? Come possono contribuire a tutelarli da frodi e farli sentire al sicuro?

Un sito e-commerce e tutti quei siti che trattano dati sensibili degli utenti devono avere un Certificato SSL; che cos’è? È un certificato digitale che, attraverso una comunicazione criptata, assicura che i dati sensibili forniti dall’utente (per esempio il numero della carta di credito) non vengano intercettati da terze parti. I siti con certificato SSL possiamo riconoscerli da alcuni particolari, come la presenza del lucchetto sulla barra di navigazione, e ci sentiamo più sicuri e propensi a utilizzare i servizi online offerti da quel determinato sito.

Per questo motivo è importante scegliere il certificato SSL migliore per le nostre esigenze, rilasciato da un centro affidabile e autorizzato.
Se non siamo soddisfatti del nostro certificato e vogliamo sostituirlo con uno di qualità superiore possiamo approfittare di aziende che, come Trust Italia, propongono di passare a un certificato Symantec applicando uno sconto pari alla quota residua del nostro attuale certificato.