Archivio News

Il Cloud computing ibrido

Il Cloud computing ibrido

lunedì 4 aprile 2016

Cosa cambia tra cloud computing pubblico, privato e ibrido

I vantaggi di lavorare in modalità cloud sono ormai noti, per questo sono sempre di più le aziende che adottano soluzioni di cloud computing al fine di facilitare e potenziare il lavoro dell’intera organizzazione, e nei prossimi anni è prevista un’ulteriore crescita delle aziende che sceglieranno strumenti cloud.

Lavorare con soluzioni di cloud computing è il futuro, tuttavia le aziende hanno manifestato spesso i loro timori riguardo alla sicurezza dei dati trasmessi. Ultimamente la direzione sta cambiando e si prediligono soprattutto soluzioni ibride che rassicurano le aziende.

Siete un’azienda e avete sentito parlare di cloud ibrido ma non capite che cosa sia? Per comprendere meglio cos’è il cloud computing ibrido iniziamo con l'identificare prima quali sono i diversi tipi di distribuzione cloud esistenti.

Tra quali soluzioni cloud possono scegliere le aziende? Tra cloud pubblico, privato e, appunto, ibrido.

  • Il cloud pubblico comprende servizi che vengono erogati da un cloud provider, una società esterna che mette a disposizione i propri strumenti di cloud computing all’utente, gratuitamente o a pagamento, tramite internet.
  • Il cloud privato invece riguarda servizi di cloud computing riservati al personale interno a un’azienda e il sistema di cloud è gestito dall’azienda stessa ed è di sua proprietà, in questo modo viene garantita maggiore sicurezza dei dati sensibili trasmessi.
  • Il cloud ibrido unisce caratteristiche dei due tipi di cloud, prendendo i vantaggi di entrambi e unendoli in un’unica soluzione. Consente di scegliere quali funzioni vogliamo mantenere esterne, e quali invece vogliamo che restino “in casa”.

Quali sono i vantaggi del cloud ibrido?

Per capirne i vantaggi possiamo fare riferimento a quelle che sono le problematiche degli altri due tipi di cloud computing. Il cloud privato è molto costoso rispetto a quello pubblico, per questo è indicato in particolare per le grandi aziende; con il cloud pubblico invece le aziende temono per la sicurezza e la privacy dei dati sensibili aziendali poiché vengono gestiti con strumenti di terze parti.

Cosa accade con il cloud ibrido? L’ibrido è una soluzione flessibile, possiamo scegliere di combinare diverse funzioni, per esempio usare servizi di cloud privato lì dove vengono gestiti informazioni e dati sensibili (conservandoli sui propri data center), e di delegare altri dati sui servizi cloud pubblici (affidarsi a cloud provider esterni). I motivi economici e di sicurezza quindi sono due dei principali vantaggi offerti dal cloud ibrido, ma ce ne sono molti altri, come per esempio la possibilità di spostare dati pesanti con facilità e senza interruzioni.

Naturalmente quando ci affidiamo a una società esterna per dei servizi cloud dobbiamo scegliere con attenzione il nostro fornitore.

Noi di Speditamente con il nostro team di professionisti dell’area sistemi forniamo diverse soluzioni cloud alle aziende, occupandoci della progettazione e dell’implementazione di infrastrutture on-cloud in base alle esigenze dell’azienda cliente e, in quanto partner di Microsoft provvediamo anche all’installazione dei prodotti cloud (e non solo) del gigante IT. La formazione del personale di un’azienda inoltre è il presupposto per sfruttare le nuove soluzioni cloud. In linea con questa esigenza, eroghiamo corsi di formazione e certificazioni per professionisti IT, al fine di specializzarli sugli strumenti cloud, come i corsi su Windows Server 2012 e Windows Azure.

Qui trovate tutti i nostri corsi di formazione sulle soluzioni cloud e sugli altri strumenti IT Microsoft.